Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Ciò che in realtà non serve

Contrariamente alla maggior parte dei MMORPG orientali che hanno un levelling basato su un farm infinito di mob, per cui ci vogliono settimane solo per fare dal livello 5 al 10, FFXIV ha una fase di livellamento relativamente veloce che permette di raggiungere il massimo livello in tempi brevi. Però una delle caratteristiche peculiari di FFXIV è la possibilità di livellare tutte le classi disponibili con un singolo personaggio, ed è proprio durante lo sviluppo delle classi alternative che si ha la sensazione di farm infinito.
Fortunatamente il gioco ci viene incontro offrendoci un’ampia varietà di metodi per guadagnare punti esperienza, metodi che il giocatore medio avrà già sbloccato ed imparato ad usare giocando la sua prima classe, rendendo inutile la presenza di una guida.
Invece per tutti quelli che si sono comprati un account già expato, quelli che hanno abusato di bot all’inizio per potersi guardare netflix mentre giocavano, o per coloro che non solo non sanno leggere ma hanno anche problemi di memoria a breve termine, ecco un utile guida che riassume i principali consigli su come livellare in tempi ancora più brevi il proprio personaggio.

La fontana dell’eterna esperienza

Come detto in precedenza FFXIV offre un gran numero di fonti di punti exp, alcuni più validi, altri meno, che ci accompagneranno per tutta la fase di sviluppo sia della classe principale che delle classi alternative. Le fonti principali sono:

  • Main Story Quest: Le quest principali, quelle che costituiscono la trama del gioco. Rappresentano la principale fonte di punti exp per la prima classe e sono indispensabili per sbloccare tutti gli altri contenuti;
  • Side quest: Quest secondarie. Sono una buona fonte di exp alternativa, che permettono di sbloccare altri content e funzioni di gioco. Se usate con saggezza possono aiutare a livellare più di una classe;
  • Classquest e Jobquest: le quest relative alle classi ed ai job. Da completare non appena disponibili perché oltre ad offrire un discreto quantitativo di punti esperienza sbloccano nuove skill o equipaggiamento utile;
  • F.A.T.E.: Acronimo di Full Active Time Event. Sono eventi casuali che appaiono nella mappa del mondo, come ricompensa danno punti esperienza, gil, company seal ed in alcuni casi anche minion o item da glamour;
  • Levequest: l’eredita del precedente governo. Le levequest sono semplici quest ripetibili e finché si hanno abbastanza allowance si possono ripetere a volontà. Nella vecchia 1.0 erano il metodo principale per livellare, mentre ora sono state enormemente depotenziate;
  • Dungeon: poco da dire. I primi dungeon si vedono sin dal livello 15 e dal quel momento faranno sempre parte dell’esperienza videoludica di ogni giocatore, rendendo inutile ogni spiegazione;
  • Guildhest: mini dungeon da aperitivo. Sono piuttosto semplici e si fanno velocemente, ma soprattutto servono a spiegare le basi del gioco di squadra;
  • Trial: scontri immediati contro boss supercattivi. Possono essere rapidi da farsi o dolorosamente lenti a seconda del sadismo impiegato nel progettarne le meccaniche;
  • Roulette: una funzione pensata per diminuire i tempi di attesa dei vari dungeon e trial. Portano il giocatore in un content a caso donando un bonus di punti esperienza, tomestones e seal una volta completate. Col passare del tempo le roulette costituiranno il pane quotidiano degli avventurieri;
  • Hunting log: una feature disponibile solo per le classi di ARR. Essenzialmente è un elenco di mob da cacciare per ottenere punti esperienza e company seal;
  • Beast tribe quest: a partire dal livello 45 si sbloccheranno delle quest giornaliere nelle varie beast tribe sparse per tutta Eorzea. Danno exp, gil, tomestone, venture, token e materia grado IV;
  • Sightseeing vista: punti di osservazione del paesaggio sparsi per il mondo. Ne esistono di due tipi, quelli di ARR dotati di requisiti più complicati che non donano punti esperienza e quelli introdotti con Heavensward, più semplici da completare che concedono qualche punticino;
  • Hunt (post HW): Al contrario delle hunt di ARR quelle di Heavensward sono pensate per essere iniziate in fase di livellamento, per questo motivo anche il solo completamento delle hunt giornaliere è una buona fonte di punti esperienza;
  • Challenge log: piccole sfide settimanali come “fai tot roulette” o “dai x commendation” che possono dare una discreta quantità di exp e di gil.

Data la natura non ripetibile delle quest normali si hanno delle notevoli differenze tra il livellare la propria classe principale e tutte le altre. Per questo motivo le strategie di levelling della main class e delle classi secondarie, limitata alle DOW e DOM, richiederanno una trattazione separata.

La prima volta

Consigli generali

Livellare la classe principale è estremamente facile, avendo a disposizione tutta la Main Quest come principale fonte di punti esperienza, ciononostante è possibile facilitare ulteriormente l’acquisizione di esperienza con un paio di trucchi elementari:

  • Effettuare il log-out all’interno delle città o degli accampamenti per accumulare un bonus di esperienza. È possibile riconoscere tali aree perché entrandoci apparirà in chat la scritta “You have entered a sanctuary” e vicino alla barra exp apparirà una mezzaluna;
  • Mangiare del cibo garantirà un bonus del 3% all’esperienza;
  • Nei primi 10-20 livelli è possibile sfruttare le proprietà di equipaggiamenti bonus come il “friendship circlet” per accumulare un ulteriore bonus;
  • Entrare in una Free Company che attivi il bonus sull’exp ottenuta combattendo aiuterà in maniera consistente l’acquisizione i punti esperienza. Il chattare nella FC non è un requisito obbligatorio per godere del bonus.

Gattonando nella città base.

I primi 15 livelli si completano in maniera abbastanza rapida, quasi banale.
Solo compiendo le quest all’interno della città di partenza si arriva al livello 3 senza alcuna fatica, e senza combattere. Compiuti i primi passi si può uscire dalle mura cittadine e cominciare a darsi da fare nella caccia ai mob.
in questa fase si otterranno punti exp principalmente dalla main quest, le quest accessorie delle varie aree che visiteremo e dai vari FATE che di tanto in tanto compariranno sulla mappa. Anche le quest di classe sono utili per livellare, ma soprattutto per apprendere nuove skill, sbloccare l’armory sistem a livello 10 e l’hunting log, una ottima fonte di exp una tantum, che bisogna tenere sempre aggiornato.

A questi livelli le Guildhest sono più utili per variare la monotonia delle quest e dei FATE, oltre che per imparare a giocare in un party di 4 persone.

Le levequest invece sono quasi superflue al punto che conviene conservare le allowance per i livelli superiori in modo da poterne fare di più tra un dungeon e l’altro.

Ovviamente nulla vieta ai casi patologici che non riescono a livellare neppure a questi livelli, di sfruttare questi mezzi alternativi.

Fuori nel vasto mondo

Giunti al livello 15 si sblocca l’airship tramite la main quest ed il primo dungeon. A partire da questo punto comincia a delinearsi quella che diventerà la routine quotidiana composta di quest varie, levequest, guildhest, dungeon e FATE, tanti e tanti FATE. Inoltre se si sono sbloccate tutte le guildhest disponibili per i vari livelli diventerà disponibile la prima roulette che garantisce un piccolo bonus giornaliero, a cui si aggiungono ulteriori bonus si si affronta con una classe di cui c’è particolare necessità.
Lo stesso discorso vale per i dungeon, quando una volta completati i primi 3 sarà disponibile la roulotte levelling.

Con tutti questi mezzi a nostra disposizione è possibile organizzare una strategia generale per expare con relativa velocità senza ridursi al monotono grind di FATE in party, che notoriamente costituisce il sistema più semplice e veloce, ma che è estremamente monotono e soprattutto non insegna nulla su come usare la propria classe. Insomma è uno dei motivi per cui esistono parecchi caproni in game che non sanno neppure come impugnare la propria arma.

Il nucleo principale della strategia consisterà sempre nella main story e nei FATE delle zone in cui la main quest ci condurrà. Le quest secondarie vanno affrontate con parsimonia, concentrandosi soprattutto con quelle che sbloccano content come la funzione “dye” o dungeon opzionali. I dungeon stessi è sempre bene ripeterli almeno un paio di volte, sia per i punti esperienza, sia per migliorare il proprio equipaggiamento. A questi vanno aggiunte le roulette quotidiane ricordando che se pure escono content di basso livello conviene sempre farli perché spesso vi prendono parte giocatori che li affrontano per la prima volta, cosa che fa fruttare un buon bonus al completamento.

Hunting log e Guildhest vanno tenuti costantemente aggiornati in modo da averli sempre del livello adatto. Le levequest, invece vanno trattate un po’ come tappabuchi, utili nei momenti in cui ci serve un po’ di esperienza per arrivare al livello successivo ma le quest sono terminate. Sono utili soprattutto quando si è in coda per un dungeon o una roulette e si vuole ottimizzare il tempo di attesa.

Per concludere bisogna sempre fare le quest di classe e di job non appena diventano disponibili.

La gran carestia

A livello 45 le cose cominciano a farsi lente: le quest sia della main che le secondarie cominciando a diventare sempre più rarefatte fino al punto che diventa impossibile raggiungere i livelli 49-50 contando solo su quelle.

Roulette e hunting log possono dare una mano, ma il metodo più veloce per completare gli ultimi livelli di ARR è quello di formare un party da 8, chiudendo con dei chocobo eventuali falle, e farmare FATE a Northen Thanalan. Sfortunatamente in questi tempi la maggior parte dei giocatori ha raggiunto il livello massimo da un anno abbondante rendendo difficile riuscire a formare dei party, diminuendo l’efficacia del metodo, costringendo i giocatori ad affidarsi alle altre fonti.

Le leves sono poco affidabili in questa fase perché quelle di livello 45+ si trovano a Mor Dhona, una zona diversa da quelle delle ultime quest.

Una ulteriore fonte di punti esperienza sono le beast tribe quest. Si tratta di semplici quest giornaliere sbloccabili a partire dal livello 45 che possono aiutare ad alleviare li monotono grinding di exp. Purtroppo non sono un metodo molto veloce per livellare sia perché ne sono disponibili solo 12 al giorno, sia perché per poterle accettare il giocatore è costretto a viaggiare da un angolo all’altro di Eorzea, allungano notevolmente i tempi.

Transizione tra le patch

Per tutti i possessori di Heavensward il livello 50 apparirà come uno strano gradino nella lunga strada verso il level cap: il mondo di gioco si riempie di quest e content che restano costantemente di livello 50 dando la falsa sensazione di progredire più lentamente. In realtà tra main quest e secondarie, dungeon e trials è possibile avanzare di ben due livelli prima di arrivare a bussare alle porte di Ishgard.

Per massimizzare l’acquisizione di punti esperienza conviene sbloccare tutti i dungeon ed i trial disponibili in modo da sbloccare le roulette 50 e trials e godere dei relativi bonus.

In questa fase inoltre, continua ad essere una buona strategia quella di farmare FATE a Northen Thanalan, dato il loro alto rapporto exp/tempo, ovviamente a patto di riuscire a formare un party per lo scopo.

Levequest classiche e guildhest hanno una importanza relativa dato che non ce ne sono di disponibili oltre al cinquantesimo livello, mentre gli hunting log diventano completamente inutili.

Ho attraversato Step of Faith e non ho wippato

Una volta superati i cancelli di Ishgard si apre un mondo di nuove possibilità: nuove quest, nuove leves, nuovi FATE e nuovi dungeon, tutti capaci di dare esperienza adatta al nostro livello. Oltre a tutto ci si aggiungono altre fonti alternative come le hunt di HW e i Sightseeing vista.

In linea generale valgono le stesse tattiche descritte finora: main quest e quest secondarie (da fare con parsimonia), a cui si intervallano FATE, le varie roulette e le leves. Riguardo a queste ultime vale la pena notare che oltre alle levequest normali sono state aggiunte le cosiddette “temple levequest” che si attivano con 10 allowance, sono più lunghe e danno più esperienza, ma spesso non sono convenienti nel rapporto exp/allowance rendendo più appetibili le leves normali.

Anche in Heawensward sono presenti delle beast tribe quest che a differenza di quelle di ARR hanno una difficoltà ed una ricompensa in exp scalabile in relazione al proprio livello rendendole una valida fonte alternativa di punti esperienza. Inoltre facendole si ottengono sin da subito token che possono essere scambiati per item necessari alla relic, per cui consiglio a tutti quelli interessati a lavorare su queste armi di investirci un po’ di tempo per portarsi avanti con il lavoro.

A partire dal livello 53 si sbloccheranno le nuove hunt, o meglio si sbloccherà il primo grado delle hunt, un metodo un po’ dispersivo per ottenere sin da subito qualche punto esperienza aggiuntivo, magari con l’aiuto di un fedele chocobo.
Gli altri gradi delle hunt giornaliere si sbloccano al livello 56 e 59.

I Sightseeing vista sono più una fonte occasionale e una tantum di exp, ma difficilmente sono raggiungibili senza aver sbloccato il volo nella relativa zona, cosa che vi permetterà inoltre di arrivare a nuove quest ed hunt.

Ovviamente bisogna sempre ricordarsi di fare le job quest appena diventano disponibili.

Una volta arrivati al 60 si porranno di fronte a voi 2 scelte:

  1. Comincio a lavorare per raggiungere gli altri giocatori all’endgame, magari con l’aiuto di un’altra guida.
  2. Prendo un’altra classe e ricomincio da capo, in questo caso potrà aiutare la seconda parte della guida.

 

Expare le alt

Nozioni generali.

Una delle peculiarità di Final Fantay 14 è la possibilità di poter usare tutte le classi con un unico personaggio, soprattutto le classi di combattimento. Qualcuno si potrebbe chiedere “a che pro?” dato che è possibile ottimizzarne una, al massimo due per l’endgame, esclusi i casi di farming patologici, e capparne un’altra potrebbe essere solo uno spreco di tempo. I nabbastri che si pongono questa domanda ignorano, colpa assai grave, che livellare una seconda classe fino al livello 15 è indispensabile per poter sbloccare i job e che per poter giocare al meglio è necessario livellare almeno due classi in modo da apprendere le cross-skill indispensabili ad esempio provoke per i tank o swiftcast per i maghi di qualunque specie.

A prima vista livellare una seconda classe potrebbe sembrare una impresa lunga e infinita, data l’assenza della main quest, ma in realtà è possibile contare su un bonus di base all’esperienza pari al 100% dell’exp ottenuta per i livelli sotto il 50, ed al 50% per i livelli tra il 50 ed il 60. Sommando tale armory bonus con tutti quelli ottenibili con gli altri mezzi descritti in precedenza è possibile ottenere un’enorme boost nell’esperienza.

Ovviamente valgono tutti i consigli e le strategie dette finora, ci sono solo alcune correzioni da applicare nelle varie fasce di livelli, in primis fare sempre le leves di livello appropriato, soprattutto se si è in coda per un dungeon o si aspetta un FATE.

Dove fare cosa, e quando.

Livelli 1-13

Nei primi livelli sarà sufficiente fare i FATE delle zone di partenza, le hunting log e qualche leves occasionale. La roulette non sarà molto utile dato che l’unica disponibile è quella delle guildhest.

Livelli 13-20

Dal livello 15 si può ricominciare ad usare la roulette levelling. Per il resto conviene fare le leves ed i FATE della zona di Aleport.

Livelli 20-30

La zona ideale per questa fascia di livelli è Quarrymill, i FATE e le leves di questo posto sono quelle più remunerative in termini di exp/tempo.

Livelli 30-35

Tempo di vacanze! Si va ad expare a Costa de Sol, con le sue leves, alcune semplici, i suoi FATE, più o meno impossibili da fare e le miqo’te in costume utili per rifarsi gli occhi dopo tanti massacri.

Livelli 35-45

Giusto per farsi venire una sincope le necessità di expare ci portano nelle nevose distese di Central Coerthas Highland. Le leves ed i FATE presenti in entrambi gli accampamenti (Observatorium e Whitebrim) sono quello che vi vuole per scaldarsi e salire di livello.

Livelli 42-52

In alternativa agli ultimi livelli a Central Coerthas è possibile cercare di formare un party per farmare i FATE di Northen Thanalan.

Livelli 44-48

Una tattica efficace consiste nel formare un party da 4 e fare speed run delle prime stanze del dungeon Dazmael Darkhold, uscire e ricominciare. È sconsigliabile farlo con dei party casuali trovati in duty finder sarebbe maleducato (se vogliamo minimizzare la cosa).

Livelli 50-60

Nella fase post-heavensward non ci sono molte alternative, se non ripercorrere i passi della main quest, fare i vari FATE e leves delle varie zone, completare i dungeon adatti al proprio livello e fare le beast tribe. A questo si aggiungono le roulette trial e 50, fonti non trascurabili di exp.

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Autore

Meru Aradan

Meru Aradan

Giocatore legacy pre 1.23 e lurker extrardinario. vanta una discreta esperienza in ambito mmorpg che parte da Lineage2 e passa per WoW, SWTOR, con punte di LOTRO, STO e TERA.
Vaga solitario per le lande di Eorzea cercando di farsi riconoscere come membro a tutti gli effetti della nobilità di Ishgard con tutti i benefici feudali che ne derivano. Di tanto in tanto tortura i poveri avventurieri con poesie pessimamente scritte.